Quando sono i figli ad accompagnare all’altare i genitori

La tradizione vuole che sia il padre o la madre ad accompagnare il proprio figlio o figlia all’altare. Avete mai pensato a cosa può succedere quando capita esattamente il contrario?
Quando sono i figli ad accompagnare un genitore all’altare?

Io ho vissuto con grande onore ed emozione questa meravigliosa esperienza! Ed oggi ve la voglio raccontare.

figlia accompagna il padre all'altare

Avevo 23 anni quando mio padre mi comunicò che si sarebbe risposato con la sua fidanzata con cui era legato oramai da diversi anni. Come ho reagito?

Benissimo! Ero al settimo cielo. La donna che aveva scelto era, per me molto importante, mi sono legata a lei fin da subito e poi (ovviamente) era la prima volta che partecipavo ad un matrimonio simile. Insomma era come se fosse il mio di matrimonio.

Ho vissuto insieme a mio padre (al quale sono legatissima) tutto il meraviglioso periodo che precede il giorno delle nozze. Gli sposi mi hanno coinvolto in diverse loro scelte e io non avevo ancora idea che “da grande” sarei diventata proprio una Wedding Planner. Mi sono sentita parte di questo loro matrimonio e mi sono veramente divertita in questo ruolo opposto che proprio per questo, mi faceva sentire speciale.

Mentre io fantasticavo sulle incombenze più femminili, Andrea mio fratello maggiore, in quanto “maschio” ha avuto il ruolo importante di essere il testimone dello Sposo, ovvero di nostro papà. E proprio vero, quando sono i figli ad accompagnare all’altare un genitore le emozioni che si vivono sono molto forti, intense, direi uniche!

Ho accompagnato mio padre a vedere dell’abito, gli ho suggerito cosa fare e come essere particolarmente romantico con la sua futura moglie.

Quando ho accompagnato anche lei a provare l’abito da sposa non vi nascondo che mi sono parecchio commossa.

Il 4 settembre del 1993 in una fredda giornata di fine estate, si è celebrato questo stupendo matrimonio. A far da cornice al rito civile una splendida loggia comunale, ma niente sfarzi o effetti speciali solo tanta emozione per questo magnifico e speciale matrimonio.

Ovviamente gli sposi, come vuole la tradizione, dopo la festa sono partiti in luna di miele in crociera. Secondo voi chi c’era ad accompagnarli fino alla scaletta della nave?

Io ed il mio super fratellone!

P.S. Ed oggi non perdo ancora la speranza di poter organizzare il matrimonio di mia mamma, in fin dei conti non è mai troppo tardi per sognare!

Chi di voi ha vissuto un’esperienza simile alla mia? Vi va di raccontarmela?

Baci, Valentina

 

 

 

I commenti sono chiusi.